Da appassionato di EDM a professionista: intervista a DJ BODING

Di Il team Gigstarter il 26-01-2024

In un'intervista esclusiva, DJ BODING, giovane talento romano, offre uno spaccato della vita di un DJ professionista in Italia. Cresciuto con la passione per l'EDM, ha iniziato a mixare i brani fin da giovanissimo dietro la console. L'artista, con oltre 400k follower su TikTok, ha spiegato il suo approccio ai social media, come ha affrontato i cambiamenti nella musica e le sfide che ha dovuto affrontare come produttore. Il viaggio di un individuo che ha trasformato la passione in una professione - un DJ pronto per il grande successo. Non perdetevi la nostra intervista esclusiva!

Chi è DJ BODING?

Mi definirei una persona determinata, forte, intraprendente e carismatica con obiettivi chiari. Per me la chiarezza degli obiettivi è fondamentale. Inizialmente, il mio obiettivo principale era iniziare a guadagnare nel mondo della musica, soprattutto come DJ. Ora che ho superato questa fase, mi sento pronto ad affrontare nuove sfide e obiettivi nella mia carriera.


Quando la passione si trasforma in una professione

La mia passione è nata all'età di 14-15 anni. Ho iniziato a innamorarmi della musica senza pensare che un giorno sarebbe potuta diventare la mia professione. In particolare, mi sono innamorata della musica elettronica e dei festival. Vedevo tante persone che ballavano e si divertivano, accomunate dalla stessa passione: la musica. È proprio questo il mio obiettivo come DJ: far divertire le persone. Ho iniziato come appassionato, poi a 18-19 anni mi sono messo dietro la console e ho iniziato a capire come strutturare una canzone, come renderla capace di trasmettere un messaggio. Essere un DJ mi permette di portare il mio messaggio alla gente, soprattutto durante gli spettacoli dal vivo, dove ovviamente c'è più contatto con il pubblico.

impression of the young artist DJ BODING

Da dove nasce il nome BODING?

Questa è una domanda che tutti mi fanno sempre. La cosa bella è che non ha un significato specifico, ma deriva da un momento particolare della mia vita. Ricordo che da bambino mio cugino mi chiamava banalmente così... Non so perché, non so da dove l'abbia preso, ma ho pensato che fosse bello e facile da memorizzare, così ho deciso di adottarlo come nome d'arte.


Le influenze che hanno reso DJ BODING quello che è oggi

Sicuramente il più importante per me è stato Hardwell. Hardwell è stato un DJ e produttore che ha contribuito molto all'epoca d'oro dell'EDM, quella dei primi anni '10 per intenderci. È stato allora che si è verificato il boom dell'EDM e le mie influenze provengono soprattutto dai pionieri di quell'epoca: Martin Garrix, David Guetta, Calvin Harris... I grandi nomi, diciamo. Mi sento molto vicino a quel tipo di musica, più commerciale se vogliamo, ma che comunque raggiunge milioni di persone. Sono artisti che porto nel cuore e che hanno formato il mio stile.


Gusti personali nella musica

Ascolto praticamente tutti i generi musicali. Poi ovviamente ho i miei preferiti, ma in generale ascolto di tutto, dai classici italiani al reggaeton. Mi sono reso conto che ascoltare musica diversa dal proprio genere di riferimento aiuta molto a sviluppare uno stile. Nel mio caso, per esempio, capire come si fa un pezzo reggaeton mi ha permesso di capire meglio come si struttura un pezzo EDM. Ho sempre fatto tutto da autodidatta, quindi questa è una parte importante. Questa ricerca. Questo provare, fallire e riprovare ha formato l'artista che sono oggi.



boding 3

Il rapporto con i social

Ritengo che la percezione dei social media dipenda molto dall'epoca in cui una persona è nata. Nato nel '98, mi identifico come parte della generazione dei nativi digitali e ho capito presto l'importanza dei social media. Queste piattaforme sono risorse gratuite, accessibili a tutti, che permettono di raggiungere un pubblico specifico con costi minimi o nulli. Questa opportunità era inimmaginabile prima dell'avvento di Internet e dei social media.
Il modo in cui le persone interagiscono con la musica ha subito profondi cambiamenti nell'ultimo decennio, influenzando di conseguenza le strategie di mercato. Ho ritenuto fondamentale esplorare questo mondo fin dall'inizio, utilizzando con attenzione i social media. Ho attraversato un periodo difficile per questo motivo, che mi ha costretto a prendermi una pausa. Tuttavia, dopo ogni difficoltà, c'è sempre un momento in cui ci si rialza più forti di prima. Attualmente ho un team che mi supporta nella gestione dei social.


Il successo di Tik Tok nella musica

A mio avviso, il fenomeno è attribuibile alla struttura stessa del social. Innanzitutto, il suono è sempre attivo su TikTok. Può sembrare banale, ma è un aspetto cruciale. Quante persone usano Instagram guardando video senza audio? La maggior parte! Su TikTok è praticamente impensabile che qualcuno visualizzi un contenuto senza audio. Naturalmente, la sfida principale è quella di apparire nel feed, ed è qui che entra in gioco la costanza nell'utilizzo della piattaforma.
Un altro aspetto rilevante riguarda l'estrema facilità con cui un suono può essere riprodotto e condiviso. Si pensi a quanti mashup e remix non ufficiali sono diventati una tendenza. Ci si rende subito conto che chiunque può rendere virale una canzone senza necessariamente possedere i diritti legali su di essa. Questo, a mio avviso, è ciò che rende TikTok così unico. Fino a qualche anno fa, sarebbe stato impensabile pubblicare anche solo una piccola parte di una canzone originale senza possedere i diritti d'autore. Con TikTok, questo modello è stato radicalmente messo in discussione. Paradossalmente, canzoni che sono state pubblicate molti anni fa e che non hanno necessariamente ottenuto un grande successo, hanno ora la possibilità di diventare virali, anche solo grazie a una piccola parte di esse utilizzata come base per un ballo. Molti ritengono che TikTok abbia rovinato la musica, ma io penso che abbia semplicemente cambiato il modo in cui la percepiamo.

Com'è cambiato il processo creativo dopo i social?

Questa è un'ottima domanda, perché sottolinea quanto sia cambiato radicalmente il modo di fare musica. Personalmente, ho notato che prima dei social media davo più spazio alla mia libertà creativa, diciamo che mi concentravo di più sul pezzo come lo volevo io. Ora, invece, già durante il processo di creazione, penso "oh, questo potrebbe diventare virale". In generale ho notato che la "viralità" è più ricercata e anche la struttura delle canzoni risente un po' di questo cambiamento. Forse viene inserita una parte cantata per aumentare la possibilità di diventare trending su Tik Tok.
So che potreste pensare che sia una forzatura, una "mancanza di rispetto" nei confronti della vostra arte, ma secondo me c'è una linea sottile tra rimanere fedeli a se stessi e fare musica in modo sostenibile. Bisogna sempre tenere presente che per noi la musica è un lavoro oltre che una passione e, come lavoro, dobbiamo essere in grado di vivere. Anche se al pubblico interessa solo il risultato finale, non bisogna mai dimenticare il viaggio di un artista, gli anni passati a studiare e sperimentare per ottenere il risultato migliore.

boding 2

Il singolo più semplice

Sicuramente il singolo che ha richiesto il minor sforzo è stato Vienna. La storia di Vienna è molto particolare perché è stata concepita in un periodo in cui volevo pubblicare un brano a settimana e venderlo. Poi ho deciso di pubblicarlo come singolo, perché mi piaceva e ci credevo. In totale, ci sono state circa due settimane di produzione.


Gli ostacoli del mercato italiano

Dal mio punto di vista, il problema principale in Italia è la maggiore offerta rispetto alla domanda. I DJ attivi sono numerosi, soprattutto perché il livello di ingresso è piuttosto basso. A parte il costo dell'attrezzatura, le competenze richieste per il mixaggio non sono particolarmente elevate. Ciò che fa la differenza è lo stile costruito, i brani selezionati, la capacità di mixarli e il carisma dimostrato sulla pista da ballo. La domanda, invece, è limitata. La sfida principale per un DJ italiano è la possibilità di esibirsi dal vivo, sia in un club che in un festival. In questi casi, il sistema in Italia si basa molto sulle connessioni. È fondamentale essere ben inseriti nell'ambiente e costruirsi una reputazione. Infatti, al gestore di un locale non interessa solo quanto siete bravi, ma soprattutto quanto può guadagnare in relazione al compenso che vi offre.


Uno sguardo al futuro

Il 2024 sarà un anno importante per la mia carriera e sento che sarà il mio anno. Ho iniziato a esplorare nuovi suoni al di fuori del mio stile abituale. Sono cresciuto con l'EDM degli anni '10 e l'era della Big Room, ma ora mi sento pronto per qualcosa di diverso. Mi sono lasciato contaminare da Techno, Future Rave e suoni nordici. È un po' come quando una storia finisce con una ragazza: cerchi di tenere il meglio di quello che è successo e di farlo tuo. Con la musica sto vivendo la stessa esperienza. Quest'anno sono stato ispirato da nuovi stili e sono davvero entusiasta dei miei prossimi progetti. Il primo uscirà il 26 gennaio e sento di essere riuscito a trasmettere il messaggio che volevo.


Gigstarter x DJ BODING

Mi sono iscritto a Gigstarter circa un anno fa. Volevo suonare dal vivo più spesso, quindi ho iniziato a cercare siti che potessero aumentare le mie possibilità di essere scritturato. Penso che la piattaforma di Gigstarter sia buona e l'interfaccia è molto intuitiva, ti dà subito quello che ti serve. Nel mio caso mi ha sicuramente aiutato a trovare più date. La mia serata migliore è stata in un club di Fiuggi, in provincia di Frosinone. Dico sempre che è stato il mio piccolo Tomorrowland, perché è stata la prima volta che mi sono esibito davanti a più di 500 persone. Naturalmente ero nervoso prima del live, ma una volta salito sul palco ho iniziato a sciogliermi ed è stata un'esperienza fantastica. Mi sono trovato bene sia con i proprietari che con il pubblico, è stata una grande serata.



Gigstarter ringrazia BODING per il suo tempo e gli augura buona fortuna per quest'anno che si preannuncia molto importante per lui. Siamo felici di fornire supporto a tutti gli artisti che vogliono suonare e diffondere il loro messaggio.


Vuoi unirti a noi per far crescere la tua passione in qualcosa di più professionale o semplicemente ti piace poter mettere in pratica la tua passione? Unisciti alla comunità di Gigstarter!
Registrati


Articoli correlati su Gigstarter:

Ti interessa l'industria musicale? Vorresti qualche dritta su come migliorare musicalmente e su Gigstarter? Dai un'occhiata al nostro blog.

Gigstarter rende accessibile la musica live. Su gigstarter.it troverai musica live per la tua festa in modo facile e veloce. Il servizio non richiede commissioni agli artisti e nemmeno agli organizzatori. Dai un occhiata al sito e seguici su Facebook per rimanere aggiornato sugli eventi e nuovi talenti di Gigstarter.

No hassle. Just music.


Tag: intervista, dj, consigli, italiano, mercato, dance, edm