La musica nel 2024: tendenze in arrivo

Di Il team Gigstarter il 18-01-2024

L'anno 2023 è appena terminato, il che significa che è ora di iniziare a guardare avanti. La tecnologia è ormai immancabile nella vita di tutti i giorni e la musica non fa eccezione. Tra nuove scoperte e vecchie certezze, vogliamo evidenziare alcune delle tendenze che caratterizzeranno il 2024. Esploriamole insieme in questo articolo.

Intelligenza Artificiale: fino a dove arriveremo?

Come previsto dal nostro blog, l'anno scorso è stato caratterizzato da una forte tendenza all'uso dell'intelligenza artificiale. Molti artisti si sono affidati agli algoritmi durante il loro processo creativo e nel 2024 assisteremo sicuramente a un aumento di questo fenomeno. Tuttavia, è importante fare una distinzione tra l'IA "classica", che si occupa più che altro di fornire supporto all'autore, e l'IA generativa, che può creare nuovi contenuti in pochi secondi senza l'intervento umano. Molti artisti sono comprensibilmente preoccupati per il secondo punto, in quanto apre la porta a chiunque per registrare un potenziale successo. Le domande sull'etica dell'IA nell'industria musicale sono molte e il dibattito è ancora aperto, ma senza dubbio stiamo vivendo in un'epoca in cui l'impossibile diventa possibile. Infatti, "Now and Then," l'ultima canzone dei Beatles, creato con l'AI e cantato dal leggendario John Lennon, è stato pubblicato diversi mesi fa. Nonostante lo scetticismo di alcuni gruppi, la risposta dei fan al nuovo brano è stata estremamente positiva.


promotion banner plus

Generi: l'avvento della musica Latina

L'anno musicale appena concluso ha confermato una tendenza in costante crescita nell'ultimo decennio: la musica latina. Anche se ora può sembrare ovvio, non è sempre stato così. Se torniamo indietro al 2013, non c'erano canzoni latine nella Top 100 globale di Spotify. Nel 2023, più di una canzone su cinque nella Top 100 della piattaforma era latina. Da quando Spotify ha iniziato a includere i Paesi di lingua spagnola, il numero di persone che ascoltano questi generi è aumentato costantemente del 10% all'anno, stimolando i ricavi a raggiungere il record di 1,1 miliardi di dollari all'anno, come riportato da Campaign US.

'Moscow Mule', uno dei successi di J Balvin's dell' album 'Un Verano Sin Ti'.



Una spiegazione può essere trovata nel progresso tecnologico. Grazie all'aumento della connettività, alla globalizzazione e all'immigrazione, stili e generi che un tempo potevano rimanere all'interno della comunità locale si stanno ora diffondendo in tutto il mondo. Infatti, se la crescita della musica ispanica è iniziata nei primi anni 2000, l'espansione delle piattaforme di streaming ha giocato un ruolo chiave nel trasformare i madrelingua spagnoli in un mercato cruciale. All'inizio degli anni 2010, gli artisti americani hanno iniziato a mostrare maggiore interesse per la musica latina, e in particolare per il reggaeton. Le etichette discografiche hanno iniziato a fondere generi come la trap americana e l'urban, creando successi di massa che sono diventati virali su Spotify, YouTube e TikTok, come "Mi Gente" di J Balvin e Will I Am. Questo cambiamento ha permesso agli artisti latini di diventare popolari a livello globale e ora non devono mescolare inglese e spagnolo nelle loro canzoni per avere successo nelle classifiche.

Il (ri)sorgere dei Superfan

Con l'arrivo dello streaming, l'industria musicale è stata costretta a cambiare il proprio modello di ricavi. Grazie a Spotify e a piattaforme simili, chiunque poteva iniziare ad ascoltare tutta la musica online al prezzo di un singolo CD. Questo ha fatto sì che le principali etichette discografiche si trovassero ad affrontare momenti difficili durante il primo decennio degli anni 2000. Tuttavia, negli ultimi anni, un curioso fenomeno si è affermato (o meglio ristabilito) sulla scena musicale: l'ascesa dei superfan. Questi fan non sono semplici ascoltatori di musica, ma persone che creano legami più forti con i loro idoli. I superfan si connettono con gli artisti sulle piattaforme di streaming e sui social media, acquistano musica o prodotti fisici e partecipano agli spettacoli dal vivo. Secondo un rapporto di Goldman Sachs del 2023, circa il 20% degli ascoltatori di musica rientra nella categoria dei superfan, e si prevede che questo numero crescerà ulteriormente nel 2024.


record storeUn negozio di disci, una vecchia-nuova moda


Se pensiamo alla musica degli anni 80s e 90s, praticamente ogni fan poteva essere considerato un superfan. Chiunque comprasse un vinile o un biglietto per uno spettacolo dal vivo contribuiva direttamente al sostegno del proprio artista preferito. Oggi, come detto, il modello di business è completamente diverso e i superfan sono molto più rari. Tuttavia, dopo la pandemia, sembra che un numero sempre maggiore di ascoltatori si stia trasformando in superfan, quasi a suggerire come la musica possa essere un potente sostegno nei momenti difficili. Anche se la musica online presenta solitamente un mix di vecchio e nuovo, i dati mostrano che oltre il 60% delle vendite dirette riguarda le uscite attuali. Si potrebbe pensare che la maggior parte delle persone compri musica vecchia o classica in questo formato, ma secondo lo studio la maggior parte delle vendite è costituita da prodotti nuovi, come vinili e CD. I vinili, in particolare, hanno registrato un aumento del 25% rispetto all'anno precedente. Inoltre, contrariamente alle aspettative, i principali acquirenti del merchandising degli artisti non sono i nostalgici degli anni '80 o i giovani fan del pop e del rap: i fan più disposti ad acquistare più prodotti legati ai loro idoli sono quelli della Gen. Z, nati tra il 1999 e il 2010.


In prospettiva, il 2024 sarà un anno cruciale in cui la tecnologia influenzerà in modo significativo la scena musicale. La crescente popolarità delle piattaforme di streaming e l'avvento dell'intelligenza artificiale stanno permettendo alla musica di raggiungere orizzonti impensabili solo pochi anni fa. Che vi piaccia provare cose nuove o rimanere fedeli alle vecchie passioni, il 2024 promette di essere un anno di svolta per tutti gli appassionati di musica.


Articoli correlati su Gigstarter:

Ti interessa l'industria musicale? Vorresti qualche dritta su come migliorare musicalmente e su Gigstarter? Dai un'occhiata al nostro blog.

Gigstarter rende accessibile la musica live. Su gigstarter.it troverai musica live per la tua festa in modo facile e veloce. Il servizio non richiede commissioni agli artisti e nemmeno agli organizzatori. Dai un occhiata al sito e seguici su Facebook per rimanere aggiornato sugli eventi e nuovi talenti di Gigstarter.

No hassle. Just music.


Tag: 2024, musica, trends, previsioni, intelligenza artificiale, tecnologia