Intervista a DJ BatuCada43

Di Mirjam Verschoor il 17-02-2021

Parliamo con l'artista PRO+ Anthony Suijkerbuijk di Gigstarter della sua carriera da DJ, come sta vivendo il Corona virus da DJ e di alcuni suggerimenti per altri DJ e artisti.

Puoi farci una piccola introduzione su chi sei e cosa fai?

'Sono Anthony, ho ventinove anni e sono conosciuto anche come DJ BatuCada43. Con il mio collega Johan siamo conosciuti come DJ's 2Drive, due DJ party. In questo momento sono molto impegnato a produrre la mia musica e focalizzato sui mixtapes. Suono principalmente in feste in piazza, feste private, matrimoni e compleanni. Oltre a lavorare nella musica sono un autista di autobus. Sono molto contento del mio lavoro perché nonostante il Corna virus posso continuare a lavorare. Nel mio ambiente sto vedendo che molti artisti stanno abbandonando la musica e il loro lavoro e questo è un vero peccato.'



DJ BatuCada43DJ BatuCada43

Come è nato il tuo interesse come DJ?

'Dall'età di tredici anni ho praticato danza ad alto livello. Ascoltando quella musica ho capito di volerci fare qualcosa in più. A quei tempi avevo più di 50.000 canzoni sul mio computer così ho iniziato a fare pratica usando un programma amatoriale. Da essere solo un hobby poi ho iniziato a suonare gratuitamente alle feste in discoteca nel pomeriggio e poi nei club e nelle feste più grandi. Man mano inizi a cercare altre location e ti perfezioni come DJ. La musica che suono è molto varia, dipende dall'occasione, dall'ambiente e dalla location dove mi trovo a suonare in quel momento. Spazio dall' urban e dancehall alla party music, soprattutto quando suono con l'altro mio collega'.

Qual è l'aspetto più interessante del tuo lavoro?

'La cosa più interessata è la serata stessa, essere difronte al pubblico e farli divertire. Non è semplicemente suonare da qualche parte, è anche capire cosa la gente vuole e cosa gli piace. L'atmosfera che creano le persone è fondamentale'.

Cosa c'è da sapere sul lavoro di un DJ?

'Dipende molto dal tipo di evento. A luglio, per esempio, mi è stato concesso di registrare una live stream nello stadio di Roosendaal, in Olanda. Per questa live di solo un'ora e venti ho avuto bisogno di otto, nove ore di preparazione per selezionare la musica. Devi sempre controllare quali canzoni puoi o non puoi suonare e questa operazione richiedo molto tempo'.



bezoekers bij optreden DJ BatuCuda43

Come hai vissuto l'esperienza da una situazione "normale" a Corna virus nel tuo lavoro?

'Prima del Corona virus ero in giro quasi ogni settimana per suonare da qualche parte, soprattutto in club e feste. Ho vissuto la transizione molto velocemente. Prima che non potessimo più suonare, ho suonato durante il Carnevale per il quale erano previste quattro serate ma ne abbiamo potute fare solo due. Dopodiché, è stato improvvisamente annunciato che per il momento non avremmo più potuto suonare. Provi un senso d'incertezza, ti chiedi quando sarà di nuovo tutto possibile? Cadi nel vuoto, sia a livello lavorativo che personale. Per me la musica è un ottimo sfogo e le restrizioni la stando rendendo impraticabile. Ho iniziato a fare tutto ciò che era in mio potere per trovare un modo per praticare la musica in modi diverso'.

Cosa hai fatto di recente durante il Corona virus in termini di musica?

'Sono stato molto impegnato nel cercare soluzione alternative. Ho scritto a molte aziende per organizzare delle livestream, sono anche in contatto con SLAM Radio per i quali ho realizzato un mixtape per la maratona di mix di venerdì che è ancora in revisione. Ho anche risposto al live streaming di Gigstarter e ho molti progetti per creare della musica. Produrre brani mi è ancora un pò difficile per questo vorrei lavorarci di più su'.

Cosa speri e cosa hai in programma per il 2021?

'Spero che entro la seconda metà dell'anno potremo essere più liberi, che riprenda la vita notturna e che le feste siano nuovamente consentite. Per adesso dobbiamo abituarci a non fare niente. Per Carnevale ho in programma una serata aperta il 12 febbraio per i miei vicini, a giugno ho un venticinquesimo anniversario di matrimonio e nient'altro oltre questo. Pensando al futuro, un giorno mi piacerebbe suonare in uno stadio. Il mio sogno più grande sarebbe essere uno dei principali dj sul palco di Tomorrowland's'.

Hai qualche consiglio per altri DJ o musicisti?

'Se hai un' idea lavoraci immediatamente. Desideravo davvero fare una livestram nello stadio di the Roosendaal, ho mandato una e-mail immediatamente, non avrei mai immaginato di ricevere una risposta e ora sto organizzando la performance lì. Cerca di non pensare troppo in grande, inizia in piccolo, cerca opportunità a livello locale e sviluppale lentamente. Vivo secondo il detto: non lo sai mai finché non chiedi!'.


Desideri diventare un PRO+ artista come DJ BatuCada43? Clicca il pulsante. Diventando un artista PRO+ puoi sperimentare i vantaggi di un profilo di artista più professionale, avere visibilità all'estero e concerti internazionali.


Diventa PRO+

Articoli correlati Gigstarter:

Ti interessa l'industria musicale? Vorresti qualche dritta su come migliorare musicalmente e su Gigstarter? Dai un'occhiata al nostro blog.

Gigstarter rende accessibile la musica live. Su gigstarter.it troverai musica live per la tua festa in modo facile e veloce. Il servizio non richiede commissioni agli artisti e nemmeno agli organizzatori. Dai un occhiata al sito e seguici su Facebook per rimanere aggiornato sugli eventi e nuovi talenti di Gigstarter.

No hassle. Just music.


Tag: intervista, corona, batucada43, dj